Torre Matilde

E’ dalla scommessa di produrre grandi vini a San Miniato di Pisa, che comincia l’opera di Torre Matilde, attraverso la conduzione dei vigneti di Fattoria il Canneto, dal 1600 situata in una delle più suggestive zone collinari della media-alta toscana, con 15 ha. di vigneti impiantati a sangiovese, merlot, colorino e vermentino, all’interno di una storica tenuta di più di 300 ha, immersi nelle meravigliose colline tra Firenze e Pisa.

Terre ricche di fossili marini e frammenti vegetali, che si presentano a volte chiare e sabbiose altre scure ed argillose ove nascono i migliori vigneti e vini della zona. Su queste terre, il mare si era ritirato in passato. Lasciando alle sue colline ed al suo territorio una fusione tra la madre terra e le sabbie marine che ancora oggi, ci restituiscono, portandoli alla luce, resti di fossili quali conchiglie e granchi marini venuti a giorno per gli effetti erosivi.

Paese che nasconde origini etrusche-romane e che ha ospitato imperatori quali Federico Barbarossa oltre a tre sommi Pontefici e dove fondò lo storico e monumentale convento San Francesco d’Assisi.

San Miniato è caratterizzata dall’essere una delle tappe segnate da Sigerico nel suo viaggio di ritorno a Canterbury, divenendo così una delle storiche stazioni della Via Francigena. L’antica strada medievale che conduceva i pellegrini verso Roma attraversa la Toscana dal Passo della Cisa fino a Ponte a Rigo nei pressi di Radicofani.